Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

RoboSimian, il robot che sa salire le scale

Qualche decennio fa, quando si pensava ai robot, si immaginavano queste macchine straordinarie a forma di uomo. Nella nostra mente, infatti, siamo abbastanza narcisisti da pensare che delle macchine perfette debbano assomigliarci in qualche modo.

Con il passare del tempo abbiamo visto che in realtà i robot possono prendere forme molto diverse, probabilmente ben distanti dalla forma umanoide che noi vorremmo applicare. Resta il fatto, però, che in alcune soluzioni si tenta di applicare l'uso di elementi umani, come mani e gambe, pensando che siano le scelte migliori.

Per esempio l'Università di Stanford, in collaborazione con il Jet Propulsion Laboratory della NASA, ha realizzato RoboSimian: un robot nato per intervenire in caso di calamità. La realizzazione è stata finanziata per la partecipazione al Robotics Challenge del DARPA. Una gara molto prestigiosa che, oltre a fama e onore, può portare a un premio di 2 milioni di dollari.

RoboSimian ha delle braccia e ricorda in qualche modo una scimmia. Gli arti prensili, organizzati mediante degli snodi, gli consentono di appendersi agli oggetti, salire una scaletta, nuotare, portarsi lungo delle transenne e così via. Una webcam nella testa permette al personale di terra di monitorare gli spostamenti.

In futuro questa ricerca poterà ad un robot in grado di intervenire nel salvataggio delle persone. Lo si potrebbe usare per intervenire negli edifici in fiamme, per salvare delle persone su un parapetto, per raccogliere delle persone in acqua e così via.

Al momento la ricerca continuerà, grazie a dei finanziamenti dell'Università di Stanford e della NASA, per arrivare alla fase finale del concorso che avverrà il prossimo dicembre. Insieme a RoboSimian parteciperanno altre 5 squadre proponendo soluzioni simili.

Commenta il post