Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

MyID, il bracciale che contiene tutte la propria cartella clinica

Vorremmo tutti un dottor House pronto a salvarci la vita in caso di problemi di salute. Poter effettuare una diagnosi precisa per poter agire con la cura ideale è l'obiettivo di ogni medico, ma non sempre ci si riesce, soprattutto a volte non lo si fa in tempo.

Conoscere la cartella clinica del paziente, in caso di urgenza, potrebbe diventare risolutivo. A tal proposito si stanno studiando delle soluzioni per fornire tutte le informazioni necessarie in tempi brevi, soprattutto utilizzando Internet e le moderne tecnologie. Qualcuno, per esempio, ha provato con delle app per smartphone, ma non sempre si riesce a trovare l'app in caso di necessità e consultarla.

A tal proposito una società americana, la Endevr, ha pensato a qualcosa di più rapido: un bracciale. In realtà di per se il bracciale non contiene nessuna tecnologia avanzata, anzi all'interno non c'è hardware. E' un semplice bracciale. La differenza sta in una placca posizionata dietro la chiusura che contiene un codice QR.

Visualizzando il codice QR con un'applicazione si può accedere al profilo del servizio sanitario e avere all'istante la cartella medica del paziente. In questo modo in caso di urgenza, per esempio durante un incidente, i soccorritori possono vedere le informazioni e scoprire se la persona da soccorrere ha delle intolleranze a dei medicinali, se ha subito delle operazioni e così via.

Il servizio si chiama MyID e sarebbe efficace se fosse diffuso su vasta scala. Più che un progetto privato, forse questo tipo di esperienza dovrebbe essere gestito direttamente dal sistema sanitario nazionale, fornendo ad ogni cittadino un codice QR.

Al momento MyID è operativo solo negli Stati Uniti. Pagando 40 $ si riceverà un bracciale personalizzato e una scheda on line con i propri dati. Il servizio prevede un abbonamento annuale. Il primo anno è gratis, mentre i successivi costeranno 9,99 $.

Commenta il post