Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

Dryft, la tastiera che si modella in base alla posizione delle mani

Vi ricordate quando c'erano i telefonini con il sistema T9? Nonostante i tasti fisici fossero limitati, gli adolescenti diventavano dei fulmini nello scrivere in poco tempo. Tasto dopo tasto le frasi apparivano come per magia sullo schermo, senza neanche richiedere di vedere dove cadessero le dita.

Una tendenza che non è venuta meno con le tastiera virtuali. Come accade ormai da anni per le tastiere fisiche, dove si vedono persone scrivere parole molto velocemente, sugli smartphone e sui tablet si assiste ad una sorta di picchiettio senza fine, per scolpire, seppur virtualmente, ogni singola parola.

Ma c'è un problema nelle tastiere: la disposizione forzata dei tasti. Anche se con il tempo diventiamo brani nel trovare il tasto giusto guardando soltanto lo schermo, a volte cadiamo in errore. Le mani si appoggiano alla scrivania in una gestualità naturale e le dita sanno già dove finire, perché mentalmente è stata creata una mappa della disposizione dei tasti.

Nonostante questo a volte capita di premere quello sbagliato e dover tornare indietro per correggere. Un problema che una startup californiana tenta di risolvere con un nuovo sistema.

Dryft, infatti, ha creato una tastiera per dispositivi Android che si dispone in base alle esigenze dell'utente. Non dovrà essere l'utente a spostarsi per raggiungere la posizione adatta, ma saranno i tasti a muoversi fino a raggiungere l'esigenza dell'utente.

Per usare la tastiera, infatti, basta appoggiare le dita sullo schermo per vederla apparire in base alla loro distanza. Utilizzando l'accelerometro, che registra le vibrazioni causate dal picchiettio sullo schermo, la tastiera si modifica continuamente per far cadere i tasti proprio nella posizione in cui dovrebbero essere.

Il risultato, secondo la società, è una velocità di scrittura fino a 80 parole al minuto. Un livello molto elevato.

Al momento Dryft non è disponibile per l'uso in Android. La società sta cercando degli investitori per monetizzare l'idea.

Commenta il post