Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

Social Tv, un fenomeno in continua crescita

C'era una volta la televisione: una scatola magica munita di tubo catodico, in grado di attirare le persone nelle case dei più abbienti. Le trasmissioni televisive, così, diventavano dei pretesti per creare un momento di aggregazione e unire le persone.

Con il passare degli anni la televisione è diventata sempre più personale: ne è apparsa una in ogni stanza della casa, ed è diventata un mezzo di intrattenimento e di informazione. Ad oggi sono molto rare le abitazioni prive di uno schermo televisivo.

Ma il settore è in evoluzione e una nuova tendenza è apparsa negli ultimi anni ed è cresciutarapidamente. Molti dispositivi, come smartphone e tablet, permettono di ricevere lo streaming live grazie ad applicazioni che si installano facilmente.

Con l'ingresso dei dispositivi elettronici è cambiato il modo di vedere e soprattutto vivere la televisione. Non più uno schermo in grado di rapire l'attenzione, ma una voce di sottofondo che permette di interagire con i social network e la propria rete di amici.

Nel gennaio del 2011, durante la conferenza del Digital Life Design, il CEO di Endemol ha ufficializzato il fenomeno con alcune parole, dichiarando che la televisione stava mutando in qualcosa di diverso con l'aggiunta dei social network.

Secondo un'analisi effettuata da Yahoo e Nielsen su 8.000 persone, si evince che l'86% usa i dispositivi mobili collegati ad Internet mentre guarda la TV:

  • Il 33% usa le applicazioni.
  • Il 37% naviga in Internet.
  • Il 40% usa i social network.
  • Il 56% scambia messaggi.

E' nata, in poche parole, la Social TV: la televisione associata all'uso degli smartphone e tablet. Di questa esigenza del mercato Mediaset si è fatta interprete, lanciando l'applicazione Mediaset Connect che permette di interagire con le partite di calcio della serie A e della Champions, permettendo di commentare in diretta le partite, rispondere ai quiz, partecipare a sondaggi e molto altro.

Il tablet diventa un second screen attraverso il quale vivere e non più solo vedere le partite.

L'applicazione è disponibile gratuitamente sia per iOS che per Android. La versione per iPhone e iPad pesa 9,2 MB, mentre la versione per Android pesa 3,1 MB.

Commenta il post