Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

Menthal, l'app che ti dice se sei dipendente dallo smartphone

"Uno smartphone per domarli, uno smartphone per trovarli, uno smartphone per ghermirli e nel buio incatenarli". Probabilmente se Tolkien avesse scritto in questi anni, avrebbe dedicato un libro al dominio degli smartphone. Oltre ad avere un tasso di penetrazione altissimo nel mondo, con un dispositivo per ogni tre abitanti della Terra, il telefono sembra averci reso schiavi.

Apple nel suo ultimo spot ha cercato di rendere poetico il trascorrere tanto tempo sul telefono teorizzando, in quel caso, che la concentrazione sullo schermo servisse a montare il video delle vacanze di Natale. La verità è che il più delle volte ci ritroviamo ad effettuare operazioni cicliche, come leggere i messaggi o accedere ai social network, privi della necessità di farlo, ma semplicemente spinti da un impulso misterioso.

Quell'impulso si chiama dipendenza ed è simile a quella degli altri settori, come il gioco d'azzardo, il fumo e l'alcol. Solo che essere dipendenti dal telefono non porta a danni fisici, ma probabilmente solo a una grande perdita di tempo che potrebbe essere investita nel lavoro o in rapporti sociali.

A tal proposito è nata un'applicazione per Android che serve a verificare se si possiede una dipendenza da smartphone. Menthal funziona con la versione 4.0 e superiori. Una volta installata inizia a monitorare i consumi medi giornalieri sulle app, fornendo dei dati statistici che mostrano quante volte al giorno si attiva il telefono e per quanto tempo. Un calendario generale offre i dati per vedere i giorni in cui è stato fatto un uso normale del telefono e quelli in cui si è verificata la dipendenza.

Uno studio effettuato da Christian Montag, un docente di psicologia, su 50 studenti che avevano installato Menthal, ha rilevato che ogni giorno si attiva il telefono 80 volte, passando ogni volta 12 minuti.

Ogni giorni si scrivono anche 2,8 SMS, si usa molto Whatsapp (il 15% del tempo totale) e Facebook (il 9% del tempo totale). Alcuni studenti hanno anche giocato per ore ai videogame.

Se volete provarla Menthal è presente gratuitamente nel Google Play Store.

Commenta il post