Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

Reactive Grip, un accessorio per aumentare l'interazione nei videogame

Il settore dei videogame ha ancora molto da offrire. Non si fermerà fino a quando non si giungerà alla piena partecipazione nella storia del mondo virtuale. Una sorta di teletrasporto per la digitalizzazione dell'utente, come avviene a volte nei film di fantascienza.

Il cammino in tale direzione sta portando i suoi frutti. Basti pensare i passi avanti che sono stati fatti grazie all'accessorio Oculus Rift: il casco da indossare per avere la sensazione di essere nel gioco. Effetto ottenuto grazie all'utilizzo di due display: uno per occhio, che creano un effetto di totale immersione.

Un altro accessorio di cui abbiamo parlato è il Virtuix Omni: una pedana che consente di camminare nell'ambiente di gioco, grazie a dei rulli trasportatori. Ora abbiamo la vista virtuale e il passo sincronizzato. Manca ancora un elemento: il tatto. A tal proposito oggi vi parlo di un nuovo accessorio: il Reactive Grip.

Questo dispositivo permette di tenere occupate entrambe le mani per trasportare i propri arti nel mondo virtuale. Il dispositivo è composto da due componenti, uno per mano, che vanno stretti nei palmi e mossi naturalmente in base all'interazione con il gioco. Le mani, quindi, andranno ad essere posizionate in corrispondenza delle gestualità che si ha nel mondo reale.

La cosa interessante è la sensazione che offre nel palmo della mano. I Reactive Grip posseggono quattro sezioni mobili che si muovo in base all'azione e offrono, all'utente, una sensazione reale di manualità mentre si opera con strumenti virtuali. Venendo al concreto se si apre una porta si avrà la sensazione di avere una maniglia in mano. Se si spara con una pistola si avrà la sensazione del rinculo del colpo e se si tira un'esca con una canna da pesca si otterrà la torsione tipica del peso del pesce.

Le quattro sezioni si muovono indipendentemente le una con le altre, per ottenere l'effetto migliore. Gli sviluppatori avranno una SDK dedicata per ottimizzarne l'uso e integrarlo in vari ambiti. Per esempio è già prevista una sezione dedicata al casco Oculus Rift.

Commenta il post