Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

Sony pensa alla smartwig, la parrucca intelligente

Siamo di fronte un Rinascimento informatico. Un altro. Un nuovo filone che può creare occupazione, dare la possibilità di attivare nuove aziende, far progredire l'umanità in una serie di soluzioni impensabili fino a qualche anno fa. La domotica, il controllo a distanza e gli automatismi di case, uffici e mezzi di trasporto diventeranno comuni tra una decina d'anni.

Tutto questo ha avuto inizio con gli smartwatch. Gli orologi intelligenti riescono a conversare con gli smartphone e tablet per offrire un aumento delle interazioni, sia con il telefono stesso, che con il mondo esterno. Gli occhiali diventeranno un altro strumento per guardare il mondo con occhi diversi, ottenendo maggiori dettagli mentre camminiamo o visitiamo una città.

Da alcuni anni, inoltre, sono in vendita dei sensori indossabili, come i bracciali, che registrano il movimento del corpo umano, sia per il settore medico che per quello sportivo. Raccogliendo numerosi dati. Ma quale sarà il prossimo passo? Sony è convinta che sia la testa.

A tal proposito la società giapponese ha realizzato una parrucca, si di quelle che si indossano quando si hanno pochi capelli, con funzioni innovative. La SmartWig, come scritto nel brevetto, si indosserà sulla testa per offrire una serie di sensori utili alla vita di tutti i giorni.

Il dispositivo contiene una serie di unità in grado di vibrare e indicare alcune cose, come l'arrivo di una telefonata o un messaggio. Accelerometro e giroscopio possono anche mandare informazioni ad un dispositivo a distanza, attivando delle interazioni. Sony pensa anche alla traduzione della mimetica facciale, per comprendere il feedback dell'utente e gestire alcune funzioni automaticamente.

La parrucca intelligente potrebbe evolversi in futuro fino ad integrare la lettura delle onde celebrali, comandando gli oggetti senza toccarli, come per magia. La domanda è: siamo sicuri che tra qualche anno accetteremo di camminare con dei parrucconi sulla testa?

Commenta il post