Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

L'etichetta elettronica di Ericsson che usa il corpo come cavo

Fino a qualche mese fa abbiamo creduto che la tecnologia NFC sarebbe stata ovunque. Questo modulo consente di attivare un collegamento senza fili tra un chip e uno smartphone, semplicemente avvicinando il telefono. Poi Apple ha dimostrato che è possibile usare questo sistema con una tecnologia presente in tutti i telefoni del mondo: il bluetooth.

Ora arriva anche un’altra proposta e giunge da Ericsson. L’ex produttore di smartphone, sta investendo molto in infrastrutture e nuove tecnologie. Tra le nuove c’è il progetto di Connected Paper, la carta che si connette allo smartphone o tablet senza fili.

La carta in questione è un’etichetta molto speciale che contiene una batteria stampata, un circuito stampato e anche un chip stampato. Tutto integrato, grazie alle dimensioni ridotte, all’etichetta, che si può piegare o semplicemente attaccare al prodotto designato.

Quando la si tocca il corpo trasmette il segnale allo smartphone. In pratica il corpo diventa una sorta di cavo USB perché l’informazione sfrutta la forza elettrostatica, propagandosi fino a giungere al dispositivo. Qui un’applicazione converte le informazioni.

I campi di applicazione sono tantissimi. Si possono leggere le specifiche di un cibo, conoscere il tragitto di un bagaglio, leggere i feedback di un libro, sapere la vita residua di una cartuccia di inchiostro e tanto altro. Tutte queste informazioni devono essere integrate nell’etichetta in fase di stampa.

Al momento la tecnologia non è ancora disponibile. Jan Hederen, strategy manager di Ericsson, fa sapere che sarà disponibile a breve. Basterà comprare delle etichette e una stampante speciale per programmarle.

Commenta il post