Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

Una ricerca ricostruisce il volto delle persone dal DNA

All’interno delle cellule del nostro corpo ci sono dei grandissimi hard disk creati dalla Natura. Strumenti così precisi e funzionali da non essere stati ancora raggiunti dal progresso tecnologico: sono i cromosomi, degli enormi archivi che contengono il DNA. Le informazioni di base che rappresentano i progetti dati alla biologia, al fine di costruirci.

Il DNA contiene tutto di noi. Ci sono le indicazioni del nostro sesso, della nostra lunghezza, della predisposizione a delle malattie e qualcuno teorizza anche la presenza della data della nostra morte. Una sorta di istruzione generale del nostro corpo.

Il ricercatore Mark Shriver della Pennsylvania State University, dichiara di essere in grado di leggere nel DNA le informazioni che dicono com’è fatto il volto della persona. In pratica il ricercatore dichiara che ben presto sarà in grado di ricostruire al computer un volto in 3D, in base al DNA inserito nel calcolatore.

Per affinare questa ricerca ha effettuato degli esperimenti su 600 volontari, incrociando i dati del loro DNA con la formazione del loro viso. La ricerca ha portato alla costruzione di gruppi di base suddivisi per 20 generi e 24 varianti. I volontari, infatti, erano di sesso e caratteri somatici molto diversi.

Il risultato è la ricostruzione del volto in una griglia di 7.000 punti. La ricerca ora andrà avanti per affinare questa ricostruzione in 3D, inserendo in archivio un numero maggiore di dati. Il ricercatore mira ad ottenere un’immagine da 30.000 punti.

 

In futuro sulle scene del crimine basterà trarre un po’ di DNA per ricostruire esattamente il volto dell’assassino ed effettuare un indentikit molto fedele.

Commenta il post