Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

BlackBerry Balance, la funzione dello Z10 per separare il privato dal lavoro

Chi mi segue per la rete conosce la mia lunga passione per i prodotti di Apple. Così quando mi hanno invitato ad un evento di BlackBerry ci sono andato munito della mia obiettività, ma con qualche riserva. Può una società che ha perso una barca di soldi creare un prodotto innovativo? In effetti può. Il nuovo BlackBerry Z10 ha alcune funzioni che hanno attratto la mia curiosità sgretolando lo scetticismo.

Alcuni di questi pilastri del nuovo corso della società, di cui vi parlerò nelle prossime settimane, fanno ben sperare. Oggi, per esempio, iniziamo con la funzione Balance. Cosa significa? Come fa intendere la parola è la caratteristica che bilancia l'uso dello smartphone tra la vita privata da quella lavorativa. Un'operazione che in passato veniva svolta con i terminali dual sim, cioè quelli in grado di gestire due sim card per avere due numeri separati e due rubriche diverse.

In realtà BlackBerry Balance non si immischia nell'argomento numeri di telefono, ma permette di dividere il telefono in due parti con un pannello nascosto nell'OS. Per saperne di più ho chiesto informazioni a Rick Costanzo, vice presidente esecutivo per le vendite dell'azienda, che mi ha spiegato il grande e complesso lavoro che la società ha effettuato per dividere il sistema operativo in due.

Non vi spiegherò i tecnicismi, visto che li ricordo poco anche io, ma basti pensare che applicando la tecnologia Enterprice Server tutti i dati aziendali sono messi al sicuro dall'uso privato del telefono. Per fare un esempio: se si copia del testo in una email aziendale e si passa in modalità privato, quel testo non può essere incollato in un ambiente non lavorativo. Questo per evitare che dati aziendali vengano inviati per sbaglio a contatti privati e viceversa.

Il passaggio tra l'uno e l'altro ambiente avviene anche sotto il punto di vista delle applicazioni, dei flussi informativi dei social network e molto altro. Il tutto è gestito da una password. Un codice che spesso può salvare da problemi di sicurezza e che permette all'azienda di aggiornare i contatti, il calendario, le applicazioni e altri elementi permettendo ai dipendenti di usare liberamente il telefono aziendale anche per un uso personale.

Commenta il post