Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

Cresce il crowdfunding, la ricerca di risorse su internet per costruire invenzioni

Vi siete mai trovati nella situazione in cui vi viene un'idea per costruire qualcosa e che ritenete geniale? Sono occasioni da prendere al volo, ma bisognerebbe avere abbastanza denaro per iniziare il progetto e conoscere le persone giuste che vi aiutino a realizzarlo. Fortunatamente negli ultimi anni è nata la tendenza del crowdfunding, vale a dire dall'aiuto che arriva dal basso.

Tramite le tantissime piattaforme in giro per Internet, se ne contano 813 ma le più famose sono sicuramente Kickstarter e Indiegogo, una persona con un progetto valido può pubblicare tutte le informazioni in merito all'interno di una pagina e poi racimolare il denaro dalle persone interessate al progetto.

Da un lato abbiamo un imprenditore che riesce a racimolare denaro laddove i circuiti tradizionali, come le banche, renderebbero il progetto troppo statico e lento. Dall'altro lato abbiamo delle persone che possono, così, finanziare la costruzione di un oggetto pagandolo meno rispetto al prezzo che pagherebbero in negozio.

Questa tendenza ha avuto un vero e proprio boom negli ultimi anni. Nel 2012, come dichiara l'indagine effettuata da Massolution, il mercato del crowdfunding ha visto un giro d'affari di 2,66 miliardi di dollari con una crescita dell'81% rispetto al 2011, dove furono raccolti 1,47 miliardi di dollari. Nel 2011, rispetto all'anno precedente, a sua volta crebbe del 64%.

La tendenza, quindi, è in continuo aumento e ha permesso ad oggi la costruzione di tantissimi accessori per smartphone e tablet, il finanziamento di videogame, la produzione di brani musicali e addirittura la creazione di puntate di telefilm. Tante persone hanno pagato dei progetti indipendenti diventando parte del progetto stesso.

Basti pensare che il progetto più remunerativo al momento è stato quello del Pebble, lo smart watch compatibile con iOS e Android, che ha raccolto oltre 10 milioni di dollari su Kickstarter: 100 volte l'obiettivo che gli ideatori si erano prefissati.

Questa crescita elevata porta ad un problema che bisognerebbe affrontare: quello delle leggi. Mentre in America Barack Obama ha firmato il JOBS Act (Jumpstart our Business Startups), ponendo quanto meno un percorso di legalità, in Europa non esiste una legge che regoli questo fenomeno. Una legge non serve ad ingabbiare il sistema rendendolo lento, ma a permettere alle persone che ne fanno parte di godere di garanzie.

Quello che bisognerebbe evitare è l'apparizione dei furbetti di quartiere con le idee malsane di promuovere progetti fantasma. Bisognerebbe anche permettere ai finanziatori di avere un minimo di garanzia sulla riuscita del progetto. Attualmente, infatti, nessuno garantisce il raggiungimento degli obiettivi, anzi, la maggior parte dei progetti supera abbondantemente le date fissate dai promotori.

Commenta il post