Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

FAA: si ai dispositivi elettronici in fase di decollo e atterraggio

Amo viaggiare e viaggiando negli anni ho notato le trasformazioni del rapporto delle compagnie aeree con i dispositivi elettronici in possesso degli utenti. Quando erano in voga i cellulari l’annuncio chiedeva di spegnerli completamente prima del volo. Così la maggior parte dei viaggiatori chiamava casa forzatamente quasi a deporre il loro ultimo saluto. Si la cosa mi ha sempre fatto sorridere.

Poi venne il turno degli smartphone muniti di modalità “aereo”. Creata ad hoc dagli sviluppatori dei sistemi operativi mobili, questa funzione permette di disattivare tutti i componenti per lo scambio dati con l’esterno. Le compagnie aree, così, possono chiedere semplicemente di attivare la funzione prima di partire, permettendo agli utenti di giocare, leggere libri, sfogliare le foto e così via.

Un giorno, però, mentre leggevo un libro nel mio ebook reader, una hostess mi chiese di spegnerlo. Non capii il motivo, ma poi mi fu spiegato che il regolamento vieta di usare i dispositivi elettronici in fase di decollo e di atterraggio. Sono le fasi più delicate di un volo aereo e le compagnie preferiscono non correre nessun tipo di rischio. E’ una scelta condivisibile, soprattutto perché verte la sicurezza delle persone, anche se non ci sono studi che dimostrano le interferenze dei dispositivi elettronici con la modalità “aereo” attivata nelle fasi del decollo.

La FAA (Federal Aviation Administration), vale a dire l’ente che si occupa di gestire i regolamenti per i voli negli Stati Uniti, ha decretato che in effetti non ci sono pericoli. I 28 membri che formano il consiglio hanno votato per l’abolizione delle norme che vietano l’uso dei dispositivi elettronici in fase di decollo e atterraggio, a patto che questi abbiano la modalità “aereo” attivata.

Chi prenderà un volo negli Stati Uniti, quindi, potrà usare tablet, smartphone, ebook reader e computer durante tutte le fasi di volo. Tutti i dispositivi non dovranno scambiare informazioni con l’esterno, per evitare l’attivazione di ponti radio che potrebbero interferire con le strumentalizzazioni di bordo.

Speriamo che la modifica arrivi anche in Europa.

Commenta il post