Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

Fuel3D, la fotocamera che scatta delle versioni virtuali degli oggetti

Negli ultimi mesi abbiamo letto tante informazioni inerenti lo sviluppo delle stampanti 3D. Questo tipo di tecnologia, grazie all'abbassamento generale dei prezzi, si prepara a diffondersi a macchia d'olio diventando un oggetto da scrivania. Tra qualche mese tutti potremmo possedere una stampante in tre dimensioni per iniziare a sperimentare le modalità di stampa di piccoli oggetti.

In futuro sarà possibile stampare in casa propria dei piccoli elementi che servono per riparare gli elettrodomestici, l'arredamento o semplicemente stampare dei giochi, delle statue, dei modellini su cui lavorare e molto altro. I panorami gestibili con questo tipo di tecnologia saranno molto ampi e forniranno una modalità rivoluzionaria nel gestire gli acquisti. I produttori, per esempio, nell'atto della vendita potrebbero garantire dei file in grado di permettere di stampare gli elementi da riparare.

Ma per usare una stampante in 3D bisogna partire da un file che riprenda l'oggetto in tre dimensioni. E come si arriva a questo file? Fortunatamente il settore si sta organizzando per rendere quest'operazione molto semplice. Anziché imparare ad utilizzare dei software, che potrebbero essere anche molto complicati, per creare il rendering, vale a dire la costruzione materiale dell'oggetto virtuale, si può semplicemente fotografare l'oggetto da riprodurre.

Questo concetto è alla base del Fuel3D: una fotocamera in grado di trasformare gli oggetti reali in virtuali. Per utilizzarla bisogna semplicemente applicare un tag nei pressi dell'oggetto e dirigere le lenti che, mediante un apposito software e hardware, scattano l'immagine dell'oggetto e lo trasformano automaticamente in 3D.

Il sistema può essere applicato per fotografare volti, oggetti o composizioni fatte a mano. Tramite un software per Mac e Windows, inoltre, sarà possibile perfezionare lo scatto per poi trasformare il file in una versione compatibile per la stampante 3D.

Fuel3D è nato come progetto su Kickstarter e dalla somma iniziale di $ 75.000, necessari per far partire la produzione, sono stati trovati fondi quattro volte superiori. Per $ 990 si potrà ordinare l'unità che sarà disponibile a partire da settembre del 2014.

Commenta il post