Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

iMotion, il sensore per muoversi nei giochi

Avete mai visto il dietro le quinte dei film di animazione? La tecnica utilizzata per rendere i movimenti dei personaggi più fluidi prevede l’ancoraggio dei movimenti di una persona vera, alla quale vengono fatti indossare dei sensori, ai movimenti in 3D dei personaggi. In questo modo il team dei designer non deve gestire ogni singolo movimento.

Questa interazione è molto interessante: significa gestire un personaggio virtuale mediante una persona reale. Siccome il sistema funziona bene, la startup Intellect Motion ha avuto l’idea di fornire un accessorio in grado di trasportare, seppur in forma limitata, questa possibilità al mondo dei videogame dando all’utente la possibilità di muovere il suo personaggio.

Questo sistema prende il nome di iMotion e prevede l’utilizzo di tre sensori: due vanno posti su entrambe le mani e uno va posto ad altezza ombelico, quindi sul passante dei pantaloni. Tramite un apposito software in grado di gestire i movimenti dei sensori, i videogame possono tradurre i movimenti dell’utente in movimenti del personaggio del gioco.

In questo modo se l’utente alzerà un braccio, anche il personaggio lo alzerà, se si muoverà in avanti, anche il suo personaggio lo farà e così via. I sensori si indossano come dei guanti e contengono 4 segnalatori di movimento, in grado di funzionare in un raggio che va dai 30 centimetri ai 5 metri.

Per favorirne lo sviluppo i produttori forniranno l’apposita SDK per integrare il supporto all’accessorio all’interno dei loro giochi. Il tutto funziona mediante il collegamento bluetooth con il computer.

iMotion è nato come progetto su Kickstarter. Con 69 $ si potrà ricevere il kit dei 3 sensori a cui bisognerà aggiungere 15 $ di spese di spedizione. Le spedizioni inizieranno da maggio del 2014 se si supererà la cifra di 100.000 $ per far partire il progetto.

Commenta il post