Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

Lo smartphone si usa per mandare messaggi non per telefonare

A cosa serve lo smartphone? Non serve certo a telefonare. In base ad una recente ricerca effettuata da IDC, infatti, si evince che il telefono ormai non serve più a telefonare. Effettuando un questionario a 7446 persone negli Stati Uniti in un'età compresa tra i 18 e i 44 anni, si evince che lo smartphone con Android o iOS è utilizzato soltanto il 16% delle volte per telefonare. Il resto del tempo è utilizzato per fare tutt'altro.

La cosa interessante è che i soggetti interrogati hanno ammesso che il loro desiderio di comunicazione non viene più soddisfatto mediante le telefonate voce. Il 49% si ritiene connesso agli altri mediante i messaggi che occupano, in totale, l'84% delle attività di comunicazione effettuate con lo smartphone. Al terzo posto nella graduatoria c'è l'uso di Facebook che occupa il 70% delle preferenze di cui, il 33% degli utenti, dichiara di utilizzare il social network per mandare messaggi diretti ai loro amici.

La ricerca evidenzia il fatto che la comunicazione avviene nel 61% dei casi con gli amici, seguono i contatti con i partner e quelli con i parenti. All'ultimo posto, con 6% delle preferenze, c'è il contatto con le proprie comunità, vale a dire persone della propria chiesa, della propria scuola o della propria città. Lo smartphone, in questo caso, si propone come strumento in grado di abbattere i confini della città in cui si vive per raggiungere tantissime persone in giro per il mondo.

Per quanto riguarda l'uso durante la giornata, il 79% ammette di consultare il telefono appena svegli per leggere i messaggi e visitare i social network. L'uso più intenso durante la giornata, però, avviene nel pomeriggio dove si raggiunge il picco per telefonate e messaggi scambiati. Probabilmente la tendenza evidenzia l'esigenza di organizzare gli impegni della serata e del giorno seguente.

In media si passa sullo smartphone 131 minuti e 43 secondi ogni giorno. Il 63% degli utenti ammette di portare con sé il telefono per la maggior parte del tempo durante la giornata. Solo una piccola parte lo lascia in un luogo e ne fa meno. Il 78% lo utilizza per mandare e ricevere e-mail, mentre 73% per navigare in rete e 70% per consultare Facebook.

Tutte tendenze che lasciano comprendere come questo strumento sia diventato una fibra entrata in profondità nel tessuto sociale. Ormai senza smartphone la maggior parte delle persone si sentirebbero escluse dal mondo. Un'esplosione, che a volte si trasforma in malattia, di cui possiamo vedere gli effetti molte volte nei locali in cui buona parte delle persone consulta il proprio telefono più volte durante la serata.

Commenta il post