Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

Microsoft studia un sistema per far comprendere allo smartphone il tuo umore

"Che cosa c'è che non va? Vorresti un po' di musica calma per rilassarti? Vuoi che rimandi di qualche minuto gli impegni nella prossima ora?" oppure "vedo che sei felice oggi, perché non vai a fare una corsa? Potrei creare l'elenco di cose che ti servono per correre". L'assistente digitale degli smartphone tra qualche anno potrebbe pronunciare proprio queste frasi.

Una ricerca effettuata dal Microsoft Research Asia, in collaborazione con la Rice University, ha portato alla costruzione di un sistema che permette al telefono di comprendere lo stato d'animo dell'utente. L'obiettivo è creare un sistema che funzioni costantemente nel telefono e impari a comprendere l'umore del proprietario in base alle sue azioni con lo smartphone.

Il progetto si chiama MoodScope e funziona grazie ad un'idea molto semplice: si collegano un gruppo di azioni ad uno stato d'animo. Se si controlla frequentemente la posta elettronica, per esempio, si potrebbe associare lo stato d'animo dell'ansia. Se guardiamo molto spesso la cartella delle foto si potrebbe associare lo stato d'animo della nostalgia e così via.

I ricercatori hanno tracciato questo gruppo di azioni su 32 persone generando un algoritmo in grado di far comprendere al telefono lo stato d'animo di chi lo usa. La ricerca iniziale ha portato ad un sistema efficace al 66%. Con 10 giorni di training sul telefono, però, i partecipanti all'esperimento hanno aumentato l'accuratezza al 72%. Questo livello di precisione sale al 93% dopo due mesi di utilizzo.

Per quanto riguarda i consumi, dovendo essere attivo costantemente in background, MoodScope consuma 3,4 milli-watt all'ora che, traducendo con un esempio più lampante, equivalgono a 20 minuti di autonomia del telefono in stand-by.

La ricerca adesso proseguirà per rendere il sistema più efficace in meno tempo. L'obiettivo è creare un software con la possibilità di integrazione all'interno dei sistemi operativi mobili come iOS, Android e Windows Phone.

In futuro il nostro telefono potrebbe comprendere al volo il nostro stato d'animo e fornirci delle soluzioni in grado di assecondare il nostro umore. Questo sistema permetterà di effettuare un passo avanti all'interno del settore delle intelligenze artificiali.

Commenta il post