Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

Mind Over Mechanics, l'elicottero governato con il pensiero

Se fino a qualche anno fa vi avessi detto che sarebbe stato possibile comandare a distanza un giocattolo con il potere della mente probabilmente mi avreste sorriso per dirigervi altrove, dove non ci sarebbe stato un folle a farvi perdere tempo. Eppure quella follia adesso è realtà.

Un team di ricercatori dell'Università del Minnesota, infatti, ha realizzato un sistema in grado di governare un drone a distanza utilizzando il potere della mente. Il sistema è stato costruito mediante la supervisione del professore Bin He che ha utilizzato un casco molto particolare.

Grazie all'utilizzo di 64 elettrodi, infatti, il casco riesce a leggere le onde cerebrali comprendendo quali aree del cervello vengono attivate. Grazie alla collaborazione di alcuni volontari, il controllo mentale è stato migliorato ed è stato reso più affidabile.

In pratica l'utente non deve pensare alla direzione in cui vuole muovere il drone telecomandato, bensì concentrarsi su alcune aree del corpo. Il trucchetto messo a punto dal team di ricerca, infatti, è quello di associare l'attivazione delle aree del cervello collegate con il movimento. In questo modo se si chiude il pugno sinistro il drone si sposterà a sinistra e stessa cosa avverrà chiudendo il pugno destro.

Chiudendo entrambi i pugni il drone salirà di altezza e, viceversa, aprendo entrambe le mani il drone si abbasserà. In questo modo la comunicazione avviene semplicemente aprendo e chiudendo le mani. Tutti i dati vengono analizzati attraverso un software in un computer e trasformati in dati erogati mediante il Wi-Fi.

La lettura della mente, quindi, non è collegata ai pensieri dell'utente al 100%, ma attivata mediante un escamotage. Resta il fatto che la ricerca risulta essere il primo passo verso questa direzione e, tra qualche anno, probabilmente comanderemo a distanza vari elettrodomestici nella casa.

Un'ipotesi che attualmente sembra solo quella di un folle, ma tempo fa lo era anche quella di comandare un drone con la mente.

Commenta il post