Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

Per i prezzi della telefonia mobile l'Italia tra le più basse in Europa

Molto spesso leggiamo notizie negative riguardanti il nostro Paese in vari campi. Quando si effettuano le classifiche di posizionamento della qualità delle università, del livello culturale, dei prezzi della benzina, della diffusione della banda larga, della pressione fiscale e molti altri ci troviamo sempre in posizioni poco convenienti rispetto agli altri paesi europei, ma ci sono alcuni campi dove in realtà siamo messi molto bene.

Tra questi c’è sicuramente quello della telefonia. L’Italia è ormai un paese di santi, poeti, navigatori ed esperti in telefonia. Grazie alla concorrenza tra gli operatori telefonici, che si sfidano a suon di pacchetti di minuti, sms e traffico dati, i prezzi generali applicati nel Paese sono calati di molto.

Lo dimostrano i dati raccolti dal commissario europeo per l’agenda digitale Neelie Kroes, che sta lavorando per dimostrare la differenza di prezzi che possono essere applicati da un paese all’altro in Europa. In base a questa classifica, dove vede una media europea di 9,1 centesimi al minuto per le chiamate voce, l’Italia è tra le più economiche con una media di 6,9 centesimi al minuto, quindi ben sotto la media.

La nazione più economica è la Lituania con appena 1,9 centesimi al minuto, contro la più cara: i Paesi Bassi con 14,7 centesimi al minuto. Una differenza, sottolinea il commissario Kroes, è di ben il 774%. Gli interventi dell’Europa dovranno essere volti a livellare queste differenze per una maggiore equità tra i cittadini.

Ricordiamo che il commissario Kroes sta lavorando attivamente anche per eliminare i costi di roaming in Europa. In questo modo tutti i cittadini potranno utilizzare la tariffa nazionale in qualsiasi paese membro senza pagare commissioni aggiuntive. Il lavoro del commissario ha già portato ad un abbassamento generale dei costi di roaming per le chiamate voce, sms e traffico dati.

Commenta il post