Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

Plastic Logic costruisce il sensore flessibile per fotocamere

Come abbiamo visto di recente c'è una tendenza in corso nel rendere flessibili molti componenti che fanno parte degli smartphone e dei tablet. Attualmente l'industria ha permesso la costruzione degli schermi flessibili e si sta lavorando per rendere flessibili anche le batterie.

C'è ancora molto da lavorare per giungere alla costruzione del telefono completamente pieghevole che dovrebbe arrivare, secondo le stime, entro i prossimi 10 anni. I processori, per esempio, al momento non si possono ancora piegare, né tantomeno gli speaker, le schede logiche e le fotocamere.

Forse per queste ultime sono stati effettuati dei passi avanti. Plastic Logic, per esempio, ha collaborato con ISORG per creare il primo sensore fotografico flessibile. In realtà al momento di flessibile ha soltanto i margini, ma rappresenta comunque un passo avanti all'interno del settore.

Purtroppo il prototipo attuale è ancora troppo grande per finire all'interno delle fotocamere commerciali e, tanto meno, all'interno degli smartphone. Grande 40 × 40 mm riesce a catturare soltanto un'immagine di 94 × 95 pixel. Decisamente troppo poco per competere con quelle in commercio della generazione attuale.

L'obiettivo è rendere il sensore più piccolo e, nello stesso tempo, aumentare la sua flessibilità. Al momento i progressi sono stati effettuati creando delle fotocellule fotoelettriche organiche. In futuro bisognerà affrontare anche il problema delle ottiche, anche se è molto difficile credere che sarà possibile rendere flessibili anche le lenti.

Si andrebbe incontro sicuramente problemi di rendimento delle immagini, considerando che la luce sarebbe irrimediabilmente deviata e distorta. La soluzione potrebbe essere la miniaturizzazione delle lenti arrivando a delle dimensioni ideali per dei dispositivi che, piegandosi, ridurrebbero le loro dimensioni.

Commenta il post