Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

Spark Core, un chip per rendere Wi-Fi qualsiasi circuito

All'interno del settore delle startup potrete decidere di effettuare due cose: proporre un servizio oppure costruire qualcosa di utile. Di solito si sceglie la prima via perché è meno rischiosa e richiede meno investimenti. Costruire qualcosa, come il celebre progetto dell'orologio Pebble, è sempre più rischioso perché richiede di avviare un impianto di produzione in massa.

La startup Spark Devices, nonostante la rischiosità, ha deciso di percorrere la seconda strada e a quanto pare gli è andata molto bene. La sua idea si fonda sul fatto che oramai Internet è in tutte le cose. Una rete Wi-Fi, oltre a permettere lo scambio di informazioni con la rete, permette anche di eliminare i cavi e gestire lo scambio di informazioni tra gli oggetti.

Da questa idea è nato lo Spark Core, un piccolo accessorio che permette di rendere Wi-Fi qualsiasi cosa e offre uno strumento per geek in grado di attivare la costruzione di oggetti completamente nuovi. All'interno dello Spark Core è presente un modulo Wi-Fi, un processore Cortex M3 (compatibile con il sistema Arduino) e il supporto per la programmazione.

Il processore ha una potenza di 72 MHz, mentre la memoria interna è di 128 KB. Il modulo Wi-Fi, Invece, supporta il protocollo 802.11 b/g e la criptazione SSL a 128-bit. Grazie al rilascio delle API, che hanno un cuore open source, i geek potranno programmare liberamente l'utilizzo dello Spark Core per impiegarlo nella costruzione di cose completamente nuove.

La startup, per esempio, offre alcune idee e immagina il suo utilizzo per la costruzione di un sensore che avverte l'utente quando si attiva una fotocellula all'interno di una stanza, oppure una webcam collegata ad Internet e alimentata da un pannello solare o, ancora, una lavagnetta elettronica dal frigorifero che invia il messaggio su Twitter.

Spark Core, in altre parole, è un ingrediente che può permettere agli inventori di costruire degli accessori completamente nuovi e, chissà, aiutarli a realizzare dei prototipi che si trasformeranno in prodotti di successo. Un'idea che a quanto pare piace molto.

In circa un mese, infatti, la startup ha superato di molto il capitale chiesto su Kickstarter per attivare il progetto. A fronte di una richiesta di $ 10.000, infatti, ne ha ricevuti oltre 530.000. Volendo è possibile ancora partecipare all'iniziativa e per $ 39 si riceverà un'unità a cui bisognerà aggiungere $ 10 per le spese di spedizione internazionali.

Commenta il post