Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

batteria smartphone

batteria smartphone

A differenza del passato, dove telefoni venivano utilizzati esclusivamente per mandare messaggi ed effettuare telefonate, con gli smartphone si fanno tante altre cose come scattare fotografie, giocare, navigare in rete, utilizzare applicazioni e altro. Questo porta le batterie attuali, che sono più potenti di quelle del passato, ad avere un'autonomia inferiore.

I vari componenti hardware che formano i telefoni intelligenti di oggi, infatti, sono molto avidi di risorse e, per tale motivo, spesso si arriva a stento a fine giornata. Per risolvere questo problema bisognerebbe trovare una soluzione nel campo delle batterie. Una soluzione che potrebbe giungere entro i prossimi tre anni.

La Viterbi School of Engineering della USC (University of Southern California) ha trovato un sistema per costruire la batteria di desideri. Una batteria che si ricarica in appena 10 minuti e permette di usufruire del triplo dell'autonomia delle batterie attuali. Per giungere a questa soluzione è stato applicato del silicio nelle batterie al litio.

Una soluzione del genere era stata già applicata in passato, ma le pellicole di silicio si deterioravano dopo alcuni cicli di carica. La soluzione degli scienziati è stata quella di applicare delle microsfere da 100 nm con dei buchi all'interno. File di microsfere porose formano delle linee di materiale che permette di eliminare il problema sorto in precedenza.

Il problema di queste batterie, almeno per i prototipi disponibili al momento, è che possono essere ricaricate massimo 200 volte contro la media attuale di 500 volte. Entro i prossimi mesi gli scienziati dovranno risolvere anche questo problema per giungere alla commercializzazione delle nuove batterie entro i prossimi tre anni.

Commenta il post