Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Pubblicato da Kiro

YotaPhone, l'e-ink salverà l'autonomia della batteria degli smartphone?

Vi siete mai chiesti come mai lo smartphone che avete in tasca ha un'autonomia molto inferiore rispetto ai telefoni di qualche anno fa? Tutto questo non si è avuto per un'involuzione della tecnologia relativa alle batterie, anzi, la potenza delle batterie è cresciuta nel tempo ma non sufficientemente per garantire l'autonomia di qualche giorno.

Il fatto è che i telefoni intelligenti di oggi hanno molto più hardware di quelli venduti nel passato. C'è un componente che consuma più energia elettrica di tutti gli altri: lo schermo. Uno schermo a colori con tecnologia multitouch consuma tantissima energia e, più grande è lo schermo, più energia viene consumata. Per tale motivo bisognerebbe trovare una soluzione agli sprechi di questo componente.

Apple, per esempio, ha intenzione di inserire dei pannelli solari sotto lo schermo in modo da attivarli tutte le volte che non si utilizza il telefono. Al momento il sistema è raccontato all'interno di un brevetto e non sappiamo neanche se la società lo applicherà nei prodotti che presenterà in futuro. C'è un'altra alternativa, però, che arriva dalla Russia.

Yota infatti ha presentato il prototipo del telefono munito di schermo ad inchiostro elettronico, la stessa tecnologia utilizzata per esempio nel Kindle. Questo tipo di schermo, che non utilizza i pixel ma delle microsfere bianche e nere, consuma pochissima energia. Basti pensare che un Kindle, nonostante abbia uno schermo poco più piccolo di quello di un iPad, consente un'autonomia di due mesi contro le 10 ore del tablet di Apple.

Lo smartphone di Yota consente di avere un'autonomia di ben 7 giorni. Un'enormità di tempo considerata l'autonomia media degli smartphone attuali che a stento arrivano a fine giornata. Il modello ad inchiostro elettronico attualmente è solo un prototipo e dovrà essere migliorato. Un'altra soluzione proposta da Yota è quello del telefono ibrido: da un lato un normale schermo LCD e dall'altro uno schermo e-ink.

In questo modo si può utilizzare lo schermo multitouch quando bisogna effettuare operazioni complesse e l'altro schermo per le operazioni semplici, come per esempio per la lettura di un libro. Telefoni del genere sono anche abbastanza economici. Quando sarà disponibile, infatti, lo smartphone di Yota non dovrebbe superare i € 150.

Commenta il post